ODRDEK EDIZIONI
COLLANA ROSSA - CULTURE SUL MARGINE COLLANA BLU - STORIA E POLITICA COLLANA VERDE - STORIA ORALE FUORILINEA COLLANA GIALLA - LA MACCINA DA PROSA AZIMUTH IDEK IDEOLOGIA E CONOSCENZA PHOTOS
HOME PINOCCHIO    
INDICE ALFABETICO INDICE DEGLI AUTORI
CATALOGO
LIBRERIE
INIZIATIVE
NOTIZIE
DESIGN

> LIBRERIA ROMA
> LIBRERIA MILANO
> LIBRERIA POMEZIA 
> LIBRERIA TUSCANIA
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CREDITS

Libreria Odradek passione per la lettura
by Claudio Caldarelli e Fabrizio Lilli

Odradek, la libreria indipendente più grande de Roma porta il nome di un essere immaginario descritto da Franz Kafka in uno dei suoi racconti. Poi Odradek sarà anche nominato da Borges. Un nome carico di contenuto ma che sé per sé non vuol dire molto, insomma il nome perfetto per una librerie del genere: carica di contenuto con libri di ogni tipo e gestita da un libraio appassionato, complice, pronto sempre a dar una mano al lettore indeciso. E se per caso il libro che cercate non ce l'ha, 
ci mette un attimo a farvelo avere!
 

[segue]

***

«Ai proprietari della libreria Odradek di via dei Banchi vecchi a Roma, e alla loro encomiabile politica di prezzi ragionevoli per il modernariato, devo il recupero negli anni di tantissimi testi meravigliosi da cui ho tratto citazioni e recuperato materiale d'epoca»

Stefano Cappellini, Rose e pistole, Sperlig&Kupfer, 2007, p. 339.

***

* «Libreria Odradek Roma
In un racconto di Franz Kafka intitolato La preoccupazione del padre di famiglia, si dice di un personaggio che ha in casa un oggetto misterioso e inquietante. Kafka lo chiama Odradek: ma non si sa cosa sia. Molto spesso, quando abbiamo a che fare con l'arte, incontriamo delle cose misteriose che non riusciamo a decifrare. Così, ai giorni nostri, Odradek ha dato il nome a una raccolta di saggi di letterarura alternativa (Odradek 2004: Almanacco di scritture antagoniste, a cura di Mario Lunetta e altri), ma anche ad una libreria romana, un po' particolare per taglio e interessi. Odradek, appunto, sorge nel cuore del centro storico della capitale, nei locali che furono della vecchia associazione Italia-Urss, di cui conserva alcuni volumi, introvabili altrove, di letteratura e scienza in lingua russa originale. La libreria è centro di attività culturali alternative, come si conviene al suo nome. Sono offerti, assai più che altrove, volumi di letterature poco frequentate e ancor meno diffuse, trovano ospitalità voci di popoli oppressi o esclusi, pubblicazioni raffinate, ma pressoché sconosciute, di case editrici di qualità, piccole, difficilmente distribuite nei normali circuiti. Passeggiando tra gli scaffali, ordinati e accoglienti, si rinvengono autori insoliti: asiatici, africani, sud-americani non à la page. Poesia e saggistica ricercata. Molto spesso, nella saletta in fondo ai locali, si susseguono incontri, presentazioni di libri, colloqui con autori, che rendono viva e interessante l'atmosfera. Politicamente immpegnati, i titolari della libreria non fanno mistero della loro collocazione a sinistra, delle scelte contro corrente, dei gusti alternativi. Gentilezza, grande capacità di affabulazione, curiosità e consigli mai banali.

Oliviero Diliberto, Libronauti. Viaggio per librerie in Italia e nel mondo, prefazione di U. Eco, Reggio Emilia, Aliberti editore, 2007.

***

* Ammazza, aho! Che bella libreria!!

Un passante

***

In ricordo di Corrado Sannucci giornalista sportivo del quotidiano "la Repubblica"


Odradek La Libreria di Roma ricorda commossa la figura di Corrado. Era un nostro cliente abituale. Uno di quei lettori che erano capaci di divorare in pochi giorni decine di libri. Una umanità immensa, una acuta ironia, una simpatia come poche se ne trovano girando per la nostra città. Quando mi disse della pubblicazione del suo libro, "A parte il cancro tutto bene", gli dissi: Caro Corrado io leggerò il tuo libro ma non ti farò sconti. Se il tuo libro non mi piace non lo metto in vendita.
E invece quel libro mi è piaciuto tantissimo. Mi ha conquistato. Ne abbiamo vendute 30 copie. Solo Corrado poteva scrivere sul dolore e la malattia senza mai scadere in riflessioni retoriche e banali. Un libro denso attraversato da amori, fatti personali e sociali descritti con semplicità e forza morale. Peccato che gli uomini migliori se ne vadano così. Quell'omone ci mancherà tantissimo. Alla compagna e alla figlia mi sento di dire che qualunque cosa Odradek La Libreria possa fare per loro basterà fare un fischio. Ci saremo.
Il Direttore di Odradek
Davide Vender

***

Odradek è la prima libreria in Italia che fa uso delle buste biodegradabili prodotte al 100% con amido di mais. Odradek difende la Terra!!!

Comunicato stampa
Odradek La Libreria
apre lo spazio per la vendita di prodotti a basso impatto ambientale

Apparteniamo a una generazione con una consapevolezza senza precedenti riguardo alla Terra e ai suoi abitanti. Attraverso Internet, viaggi low-cost, accesso veloce alle notizie del mondo ci conosciamo in maniera sempre più profonda e molti di noi si sono accorti che alla fine non siamo poi cosi diversi gli uni dagli altri. Condividiamo speranze e sogni, ma anche paure e preoccupazioni, specie riguardo la fragilità dell'ambiente circostante comune. Pochi tra noi ancora dubitano di essere oggi i testimoni di conseguenze di anni di abuso del pianeta, e nessuno di noi é più cosi ingenuo da credere che le nostre nazioni ci possano salvare da un clima in deterioramento.
Odradek è la prima libreria d’Italia che ha bandito i sacchetti di plastica sostituendoli con quelli biodegradabili in Mater-B. E ora, in collaborazione con la Libreria Altroquando, apre nei propri locali uno spazio per difendere la Terra e consumare meglio: ogni tipo di detersivo biologico alla spina e in confezione, pannolini e salviettine biodegradabili, piatti, bicchieri e posate in Mater-B.
Tutti i nostri prodotti contribuiscono allo sviluppo sostenibile perché riducono, a volte anche nella loro fabbricazione, gas a effetto serra; riducono l'uso di energia ed eliminano il consumo di risorse non rinnovabili. Sono progettati sia per uso personale che industriale.

L’iniziativa è a cura delle librerie indipendenti a impatto sostenibile:
Odradek La Libreria, Via dei Banchi Vecchi 57
Altroquando, Via del Governo Vecchio 80,82,83

 


Odradek la Libreria
Via dei Banchi vecchi 57
00186 Roma
06-6833451

odradek@tiscali.it

La libreria è aperta con orario continuato, dalle 9:00 alle 20:00, dal lunedì al sabato.

Nei giorni festivi, dalle 10:00 alle 20:00.

Da domenica 1 giugno a domenica 14 settembre la libreria rimarrà chiusa nei giorni festivi.
Da domenica 21 settembre si riprenderà come di consueto: aperta tutti i giorni.

Ad agosto rimane aperta ad eccezione dei giorni 14-15-16-17 agosto.

Ma da lunedi 18 riprenderemo gli orari abituali, dalle 9 alle 20 tutti i giorni esclusi i festivi


 

Katia, un fiore tra i libri

 

 

La cura dell'ambiente non è un movimento o un'ideologia, è il nostro prossimo gradino evolutivo. Daniel Goleman


 Aiutaci a risparmiare importanti risorse. Vieni in libreria con il tuo shopper.
Odradek promuove prodotti a basso impatto ambientale
detersivi biologici alla spina e in confezione, pannolini e salviettine biodegradabili, piatti, bicchieri e posate in Mater-B
Odradek difende la terra e risparmia risorse!!!
Ora è visibile lo spazio: Più salute meno chimica - Prova la differenza: saponi, shampoo, bagnoschiuma completamente biologici e biodegradabili.
Odradek ci mette la faccia garantendo la filiera dei prodotti naturali!!!

 

 

by Arte 21

 

Ora anche su Facebook. Clicca per condividere

 

Intervista a Davide Vender, qui.

No, il dibattito No!


Davide Vender è responsabile della Libreria Odradek di Roma, ma anche socio fondatore della Odradek edizioni. È uno che pensa quello che dice. In questa intervista esprime il punto di vista del libraio, cioè di chi sta in prima linea nella resistenza sul fronte del libro. In altri tempi, l'intervista avrebbe suscitato un dibattito, quanto meno interno al nostro piccolo circuito. D'accordo, il dibattito no!

Però alcune osservazioni andrebbero trattenute. A partire dal riconoscimento dell'avvenuta metamorfosi del libraio. Certo non ancora il commesso che ricarica gli scaffali del supermarket, ma nemmeno il nume acquattato nel retrobottega, che sa tutto perché ha letto quasi tutto. Qui Davide riconosce un avvenuto ribaltamento. Stante la pervasività del mercato, e il primato dell'offerta – quella dei grandi gruppi editoriali, con tanto di librerie in catena, e le campagne mediatiche su autori e generi, e poi gli sconti e le promozioni – non resta che lavorare sulla domanda, interpretarla e rappresentarla, carpendo indizi e giudizi ai clienti lettori e metterli in circolo.

 

INIZIATIVE 2014

 

 

Sabato 6 settembre, ore 18:00

Radio Onda Rossa e libreria Odradek presentano

Giovanni e Nori, una storia di amore e di resistenza, reading di e con
Daniele Biacchessi

Giovanni Pesce è una figura leggendaria del Novecento italiano.
Lavoratore immigrato in Francia, combattente repubblicano in Spagna,
comandante dei GAP in Italia durante la guerra di liberazione, è stato
un punto di riferimento per tante generazioni di antifascisti fino alla
sua morte, a Milano, nel 2007.
Onorina Brambilla, Nori, è stata una comandante partigiana attiva prima
nei gruppi di difesa delle donne e poi nei GAP, con il nome di battaglia
di Sandra. Arrestata e torturata nel carcere di Monza, nel 1944, riesce
a sopravvivere e a partecipare alle attività del CLN.


Giovanni e Nori, una storia di amore e di resistenza è una doppia
biografia scritta a quattro mani da Daniele Biacchessi e da Tiziana Pesce.

 

***

Sospendi, o non sospendi?

Avrete sentire parlare ultimamente del #librosospeso: una cosa bella, di quelle che mettono di buon umore, inventata e portata avanti da qualche libraio piccolo e indipendente. Si tratta di andare in libreria e scegliere un libro per sé, certo, e un altro da lasciare pagato per l'illustre sconosciuto che verrà dopo di noi. Questi sarà contento, incuriosito, e probabilmente farà lo stesso. Ecco innescata una catena, virtuosa però.
Ecco, Odradek aderisce con entusiasmo. E voi?

 

***

L'ESTATE CONTINUA CON Odradek

C'è SEMPRE QUALCOSA DI BELLO DA FARE!

 

*

per l'ESTATE Odradek CONSIGLIA

consigli parziali e scriteriati

 

*La divina, Sergio Pitol - Edizioni Sur, 15 euro
Questo esilarante romanzo […] ci permette di fare la conoscenza con uno dei più immaginifici, indimenticabili personaggi della storia letteraria recente: la divina Marietta Karapetiz.

*Se vivessimo in un paese normale, Juan Pablo VillalobosGran Vía, 13 euro.
«Un romanzo di una comicità debordante» El País

*Agosto, Romina Paula - La Nuova Frontiera, 15 euro
«Una scrittura visceralmente credibile: fatta di dubbi, di entusiasmi passeggeri e autoironia. Con un sorriso colpisce duramente e non perdona». Revista Ñ

*La pulizia etnica della Palestina, Ilan Pappe Pappe – Fazi, 19 euro
«Ilan Pappe è forse il più anticonformista degli intellettuali ebrei, che conduce una battaglia radicale contro l’establishment politico e accademico di Israele».
Mario Vargas Llosa

*Un certo lucas, Julio Cortázar - Edizioni Sur, 15 euro
«Il libro di Cortázar che assomiglia di più al suo autore». Jaime Alazraki


*Carta Carbone. Lettere ad amici scrittori, Julio Cortázar - Edizioni Sur, 16 euro
«Valido come introduzione all’opera o come focus sul laboratorio dell’autore di Bestiario e Ottaedro, Carta carbone offre una lettura confidenziale che non può deludere chi ama visitare clandestinamente le stanze altrui...» Flanerí

*La confessione della leonessa, Mia Couto - Sellerio, 16 euro
«In un villaggio africano le bestie assalgono gli uomini, i cacciatori inseguono le prede. È un universo remoto, diverso da tutto ciò che conosciamo. È anche il nostro mondo, teatro di guerra e di riscatto, di viltà e tenace coraggio, scenario di lotta e di sopravvivenza».

*Ogni mattina a Jenin, Susan Abulhawa - Feltrinelli, 17 euro
«Più di sessant’anni di storia, dal 1941 al 2002. Sono gli anni della guerra tra Israele e Palestina, gli anni della distruzione e della devastazione, degli scontri tra culture sorelle ma dal rapporto problematico. Una famiglia come tante, emblema delle disgrazie che inutili conflitti hanno riversato su intere generazioni.» Mangialibri

*I disorientati, Amin Maalouf - Bompiani, 20 euro.
«Ci sono dei romanzi che continuano a risuonarti dentro anche molto dopo che li hai chiusi. I disorientati di Amin Maalouf è uno di questi» Le Figaro

*Il serpente di Venezia, Christopher Moore - Elliot, 15,73 euro
«Uno tra gli autori pił divertenti in circolazione» Giancarlo De Cataldo

*Breve storia di una piccola città, T.R. Pearson - Elliot, 19,50 euro.
«Immaginate di essere seduti su una sedia a dondolo nella veranda di una casetta del Sud degli Stati Uniti, in un pomeriggio caldissimo, con una bibita alla menta in mano e la voce seducente di un ragazzino che vi racconta i fatti degli abitanti della sua cittadina...»

 


 

 

 


INFO CONTATTI MAPPA
Odradek Edizioni srl - Via san Quintino 35 - 00185 - Roma - Tel e Fax. 06 70451413