Se dodici voti vi sembran pochi

314 onorevoli - denotiamoli così - contro 302 hanno votato a favore del conflitto di attribuzione. Secondo loro, il reato di concussione è di "natura ministeriale", e quindi ha da essere il "tribunale dei ministri" a decidere. Un conto è l'antipolitica, altro conto è constatare la fine della politica.
Angosciante torna alla memoria la battuta di Antonio Scannagatti (Totò) all'onorevole Cosimo Trombetta (Mario Castellani) - «Lei onorevole? Ma mi faccia il piacere, mi faccia!». In un'altra versione dello sketch, all'onorevole che propone: «Ma se non vi riesce di chiamarmi Trombetta... chiamatemi Onorevole...», Totò risponde: «Non posso... La mia coscienza... non me lo permette!».
Debbo confessare che non ho mai riso a questa battuta, riconoscendovi l'anima profonda della piccola borghesia eversiva e qualunquista. Ma ormai ci siamo. Il populismo ha tracimato. L'elettore vota sereno riconoscendosi negli osceni grugni che ammiccano dai manifesti in un rincorrersi di rispecchiamenti mutui, progressivi e inarrestabili. E i partiti, anziché selezionare e cooptare, aprono le cateratte e permettono le autocandidature. Morale: Costituzione formale e costituzione materiale hanno finito di confliggere: non hanno più nulla in comune.
cdb

No feedback yet

Lascia un commento


Your email address will not be revealed on this site.

Il tuo URL sarà visualizzato.
PoorExcellent
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Name, email & website)
(Allow users to contact you through a message form (your email will not be revealed.)
Free Blog Themes and Free Blog Templates