perdurando il delirio

Su un forum trovo un commento di Harpo che merita di essere riportato:
«Evidentemente a certi 'cittadini' non bastano le prove oggettive della disonestà personale ed istituzionale, talmente presi nel loro culto della personalità al quale hanno consegnato la loro dignità personale, senza poter più tornare indietro, in caso di fallimento dell'idolo».

Sembra una concisa analisi di ciò che sta accadendo, allorché "dispotismo popolare" e "tirannia della maggioranza" si saldano. In altre parole, il delirio di onnipotenza di ciascuno sostanzia il potere di pochi. Senza meccanismi di retroazione, perdurando il delirio, il meccanismo della rappresentanza si inceppa, con conseguente impossibilità di ritorno alla democrazia parlamentare.
cdb

No feedback yet

Lascia un commento


Your email address will not be revealed on this site.

Il tuo URL sarà visualizzato.
PoorExcellent
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Name, email & website)
(Allow users to contact you through a message form (your email will not be revealed.)
Free Blog Themes and Free Blog Templates