Senz’altro

Esiste fior di letteratura a dimostrare la stretta correlazione fra Quoziente di Intelligenza – qualsiasi cosa intendano gli psicologi per questa sprovveduta categorizzazione – e ricchezza. Sembra fuor di dubbio che i quattrini – tradotti in “educazione”, “cosmesi”, “libri”, “relazioni”, “insegnanti”, “ambienti” e “agi” relativi – rendono in termini di differenza culturale, sul versante di qualsivoglia “genere”. Tuttavia – non se ne abbia male il Presidente del Consiglio, sono cose che possono capitare – ogni statistica – se no non sarebbe statistica – ha le sue eccezioni.Sembra proprio questo il caso della dr.ssa Barbara Berlusconi che, l’altro ieri – alla discussione della sua tesi di laurea dedicata a Il concetto di benessere libertà e giustizia nel pensiero di Amartya Sen – alla domanda rivoltale da don Luigi Verzé (dove il “don” giustifica a iosa l’uso del “tu”), «Credi che partendo dalla tua tesi sia possibile costruire un sistema economico più rispettoso dell’individuo», non è riuscita – poverina – ad andar oltre un «Senz’altro, sì». Poi, centodieci, la lode e – per la prima volta in un’aula universitaria dopo una laurea triennale – l’offerta di una cattedra. Qui – in quest’ultimo atto che ai meno sagaci potrebbe apparire mera reverenza al potere –, d’altronde, don Verzé non fa altro che il suo lavoro di uomo di Chiesa: andarci piano con la diffusione del sapere.

F.A.

(Cfr. “Il Corriere della Sera”, 21 luglio 2010, Barbara Berlusconi si laurea. Il padre l’applaude, a firma A. F. – mentre quanto sopra è a firma F. A. Bando ai sospetti).

No feedback yet

Lascia un commento


Your email address will not be revealed on this site.

Il tuo URL sarà visualizzato.
PoorExcellent
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Name, email & website)
(Allow users to contact you through a message form (your email will not be revealed.)
Free Blog Themes and Free Blog Templates